Emergenza smog. Ci risiamo!

no allo smog

L’emergenza smog di Milano e della Lombardia:
ci risiamo!

L’azione politica non deve andare di emergenza in emergenza. Serve un piano strategico così come l’esperienza fatta sul campo da molti comuni. Ma servono continuità, condivisione e onestà.

Gli anni passano inesorabili  con provvedimenti tampone e l’inizio di questo 2017  ha rimesso al centro del dibattito pubblico l’attenzione sull’emergenza smog a Milano e non solo. Dire che siamo alle solite è un eufemismo, ma così è, purtroppo. Read more »

Van der Bellen vince in Austria

Van der Bellen

Van der Bellen

L’elezione di  Van der Bellen e’ un buon segnale per tutta l’Europa , non e’ un caso che un sospiro di sollievo abbia  attraversato tutto il vecchio Continente. Economista ed ecologista , questo competente , garbato , elegante professore, con una storia familiare degna della penna di Thomas  Mann, ha saputo portare al successo i Verdi austriaci , sperimentando nella sua  Vienna  le “buone pratiche” di governo verde: smart city, mobilita’ sostenibile, bio-edilizia, di difesa dei diritti e di convivenza inter-etnica. Oggi ha saputo coinvolgere il suo  paese che gli ha confermato fiducia e stima. Il suo percorso non sara’ facile, con una compagine ultra-nazionalista cosi’ cresciuta nel suo paese, e non solo. Ma il solido professore ha saputo coniugare economia ed ecologia, spalancando  ad una Europa smarrita lo scenario di riforme politiche, economiche, sociali, ambientali,  nel solco della saggezza dei mediatori, dei  costruttori di ponti e non di muri.

 Elisabetta  Patelli
Aldo Guastafierro
coportavoci  dei Verdi della Lombardia

Verdi per il NO

referendum_costituzionale

Verdi per il No

Questo è l’appello dei Verdi firmato dalla stragrande maggioranza: delle federazioni regionali, dei membri dell’esecutivo nazionale, dei consiglieri  federali nazionali e di molti rappresentanti Verdi sui territori.

Scarica il documento

referendum-costituzionale_i-verdi-per-il-no

Una barriera Verde contro una marea nera!

Van der Bellen

Van der Bellen

Dove eravamo rimasti? A fine maggio pubblicavamo questo comunicato stampa. Oggi la notizia dell’aaffermazione alle presidenziali austriache di Van der Bellen assume un significato ancora più ampio e non solo per il risultato, ma per tutto quello che è successo in questi 6 mesi.
Di seguito il comunicato stampa pubblicato a maggio.

Oggi si festeggia lo scongiurato pericolo e ci si stringe attorno al successo del presidente Van der Bellen nel ballottaggio delle elezioni presidenziali in Austria. Ma una sottile linea Verde collega i fatti austriaci ai più recenti fatti tedeschi (Baden-Württemberg) e, perché no, in piccolo anche a quanto accaduto in Italia, in Alto Adige, con le recenti elezioni amministrative che hanno visto i Verdi registrare ottimi risultati.

Laddove si afferma il populismo e la protesta cavalcata dalla destra xenofoba, estremista e di stampo filo nazista, a contrastare tutto ciò si oppone la proposta moderata, ecologista e solidale come vera barriera Verde contro la marea nera che rischia di inquinare in modo irreparabile l’intera Europa.

E’ del tutto evidente che le politiche economiche e sociali messe in campo dalla commissione europea sono state finora poco incisive così come la mancanza di una politica unitaria sul tema immigrazione.

Da tutto ciò ne hanno tratto vantaggio quelle correnti di protesta antisistema e anti europeiste che di fatto stanno dilagando nel continente. Per questo è importante che le forze politiche democratiche e antifasciste tengano in considerazione la proposta ecologista. Un barriera Verde contro la xenofobia, l’intolleranza, il populismo e l’estremismo di destra, ma anche un ponte verso l’Europa dei diritti, della solidarietà, della libertà e dei popoli. Perché nonostante oggi si celebri lo scampato pericolo, domani il rischio è quello di vivere un incubo da cui sarà difficile destarsi.

Aldo Guastafierro ed Elisabetta Patelli
coportavoce regionali della Lombardia

Scadenza Tesseramento 2016

TESSERAMENTO_2016

 

 

L’esecutivo nazionale dei Verdi  ha fissato la chiusura della campagna adesioni, relativa al tesseramento 2016, alla sua scadenza naturale, ovvero, al 30 novembre 2016.
Pertanto chi non avesse ancora fatto il tesseramento ha tempo ancora per tutto il mese di novembre 2016.
Le quote di adesione sono :
  • 30 euro quella ordinaria;
  • 10 euro quella dei giovani fino a 26 anni;
le quote di adesione diverse da quella ordinaria e da quella dei giovani secondo la tabella già predisposta negli anni scorsi. ( http://www.verdi.it/aderisci-con-bonifico-bancarioadv.html ).
Per iscriversi direttamente con carta di credito http://www.verdi.it/tesseramentoadv.html

per il tesseramento vai al sito

Mario Tozzi – “ Tecnobarocco : tecnologie inutili altri disastri “

Venerdì 25 novembre – Sala Consiliare Comune di Senago – via XXIV maggio, 1 

tecnobarocco

 Mario Tozzi presenta il suo libro “ Tecnobarocco : tecnologie inutili altri disastri “

La tecnologia del terzo millennio non aiuta gli uomini a migliorare  la loro esistenza né a ridurre gli impatti sul pianeta. Essa è fine a
se  stessa, “barocca”, dannosa e insostenibile da un punto di vista ambientale. Attraverso molti esempi l’autore vuole dimostrare
l’inutilità di bizzarri marchingegni che riteniamo indispensabili e di cui potremmo fare a meno. D’altro canto, egli sottolinea l’utilità di quella tecnologia semplice che ha rappresentato un vero miglioramento nelle condizioni della vita degli uomini senza compromettere l’ecosistema Terra.

scarica qui la locandina

locandine_defok3

 

16 novembre 1986: nascevano i Verdi

30 anni Verdi

30 anni fa nascevano i Verdi italiani: 

Angelo Bonelli ripercorre anni di conquiste ecologiste per i diritti e per l’economia

30 anni fa, il 16 novembre del 1986, a Finale Ligure nascevano le liste Verdi: anni di importanti conquiste ecologiste per la società, la cultura, i diritti e l’economia del nostro paese. Conquiste che non hanno avuto quel giusto risalto e riconoscimento nel paese.

Read more »

Campagna – Salva il suolo

 

Salva il suolo – #people4soil

Ogni minuto che passa il suolo è violentato, soffocato, contaminato, sfruttato, avvelenato, maltrattato, consumato.

Per firmare la petizione vai al sito: https://www.people4soil.eu/it

Qui di seguito alcuni link Utili pe approfondire il tema

https://www.youtube.com/watch?v=9qb69v9d01w

https://www.youtube.com/watch?v=Z3u7y-SN2O0

https://www.youtube.com/watch?v=tXCBSFe–_U

https://www.youtube.com/watch?v=0CZBa6LXp10&feature=youtu.be

https://www.youtube.com/watch?v=jgykGGNBz7M

Il mini consiglio provinciale

Riceviamo e pubblichiamo dai Verdi di Cremona

IL MINI CONSIGLIO PROVINCIALE, UN ORGANISMO BUROCRATICO, GROTTESCO E ANTIDEMOCRATICO

Un organismo ridotto, con scarsi poteri di controllo e all’insegna del consociativismo.  Renzi ha smantellato uno dei pochi presidi sul territorio essenziali soprattutto in campo ambientale.

Non è una vera riforma ma uno smantellamento di risorse, abilità tecniche e competenze accumulate da decenni. Le Province si possono anche accorpare, per maggior funzionalità e risparmio, ma devono essere istituzioni democratiche elette direttamente dai cittadini.

leggi il documento completo

il-mini-consiglio-provinciale

/*calendario eventi*/

Prossimi Eventi

Nessun articolo risponde ai criteri di ricerca impostati.